Endodonzia e Odontoiatria conservativa a Verona

endodonzia

Terapie endodontiche per i denti cariati

Gli odontoiatri della Clinica Dentale Vincenzi di Verona, offrono interventi di odontoiatria conservativa e terapie endodontiche con l’obiettivo di curare con diverse soluzioni i denti cariati.

 

La carie dentaria è una patologia della polpa dentale che molto spesso viene trascurata, poiché ritenuta ingenuamente soltanto un problema estetico. Chi ha denti cariati è invece affetto da una malattia degenerativa provocata dai batteri che si trovano nel cavo orale.

Essendo molto difficile riconoscere da soli una carie al suo stato iniziale, è vivamente consigliato rivolgersi ad uno studio di endodonzia e conservativa, come la clinica Vincenzi, che da anni offre servizi di odontoiatria conservativa a Verona.

Endodonzia e Conservativa

L’Endodonzia è quell’insieme di procedure che hanno come obiettivo la cura della carie attraverso la sua rimozione e la ricostruzione del tessuto dentale. La Conservativa consiste invece nel ripristinare l’integrità funzionale ed estetica dei denti colpiti dalle carie attraverso metodiche “dirette”, cioè fatte in una sola seduta (con interventi come le otturazioni), o “indirette” (inlays o intarsi, onlays o ricostruzioni più estese) in collaborazione con il laboratorio odontotecnico.

La devitalizzazione: un comune trattamento endodontico a Verona

La devitalizzazione è il termine generico per riferirsi al trattamento endodontico che consente di tenere in funzione il dente anziché estrarlo. La terapia endodontica prevista dalla Clinica Dentale Vincenzi, prevede, in seguito alla sua ricostruzione, che il dente venga consolidato con una corona protesica grazie all’intervento di alcuni tra i migliori professionisti in protesi dentarie a Verona.

Ugualmente importante è “salvare” dall’estrazione denti già devitalizzati in maniera inadeguata e di conseguenza colpiti da infiammazioni croniche dette “granulomi dentari” che altrimenti possono portare a distruzione dell’osso che circonda la radice dentale, talvolta fino a rendere inevitabile l’estrazione. In questo caso la terapia si definisce “ritrattamento” cioè pulizia completa, sterilizzazione e otturazione dei canali radicolari che in precedenza ospitavano la polpa vitale e sana.

Carie Dentale: cos’è e quali sono i sintomi principali

La carie dentale può essere definita come un processo che distrugge i tessuti duri del dente. L’evoluzione di questa patologia può differenziarsi in due tipi:

  • carie superficiale: lo smalto, il durissimo strato esterno che ricopre il dente, viene intaccato dalla carie deminerallizzandosi;
  • carie penetrante: lo smalto viene perforato dagli agenti acidi prodotti dalla fermentazione degli zuccheri che arrivano fino alla parte più sensibile del dente, la dentina.

La fermentazione batterica è piuttosto accentuata dopo il pasto e particolarmente attiva la notte. Per questo motivo le carie vengono comunemente riconosciute come sensazioni di freddo o di caldo quando si consumano cibi o bevande e si invitano le persone a non trascurare l’igiene orale la sera.

Possono essere considerati sintomi principali delle carie i seguenti:

  • alitosi;
  • dolore al dente;
  • particolare sensibilità al caldo, freddo, dolce.